Category Archives: news

Trump vuol tassare vetture GM prodotte in Messico

Il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, che entrerà in pieno carico dal 20 gennaio, continua la sua alacre offensiva contro le grandi società americane che producono all’estero. Dopo vari tentativi negli ultimi giorni, una delle ultime accuse è stata rivolta espressamente a General Motors, che ha subito le dure accuse del tyccon, protagonista fin dalla campagna elettorale di dure reprimende contro le case automobilistiche e tutte le aziende che hanno una presenza produttiva in Messico. Continue reading

Trading, indicazioni deboli dai dati macro tedeschi

L’attesa per la pubblicazione dei nuovi dati macro dalla Germania è stata abbastanza delusa, considerando le deboli indicazioni che sono arrivate dalle stesse osservazioni, pubblicate in mattinata, a partire dalla produzione industriale: in settembre infatti si registra una contrazione ben più ampia delle attese per l’output che scende a -1,8 per cento mese su mese rispetto al -0,5 per cento previsto dal consenso. Continue reading

Mal di sushi, a Milano numeri sempre più preoccupanti…

Con il passare degli anni il sushi ha subito un’evoluzione concettuale piuttosto interessante nelle menti degli italiani. Prima era infatti considerato come un piatto esotico molto difficile da trovare, e i ristoranti in grado di offrirlo erano davvero pochi. Oggi, invece, in tutte le principali città italiane ai ristoranti specializzati in sushi si sono aggiunti i c.d. “all you can eat“, dove si può mangiare del sushi a prezzo contenuto e senza particolari limitazioni. Continue reading

Aids, in Australia viene annunciata la vittoria contro il virus

In Australia è stata decretata la vittoria contro l’Aids. Non che il virus sia completamente sparito, ma la notizia è di quelle che va la pena di sottolineare. E non è un caso che Canberra abbia decretato con particolare soddisfazione di aver raggiunto oggi, con 14 anni di anticipo, uno dei development goals dell’Onu: avere il 90 per cento dei pazienti in cui, entro il 2030, il virus può ben definirsi soppresso (ovvero, il paziente non è più contagioso). Continue reading

Samsung prepara novità per gli sportivi

Samsung sembra aver preso a cuore le necessità e le esigenze della propria utenza più sportiva. E, vedendo altresì le mosse della principale concorrenza in tal senso, ha scelto di partire all’attacco (o al contrattacco?) predisponendo una lunga serie di novità nel comparto del fitness e del benessere, strizzando l’occhio a chi fa corsa e sport a livello amatoriale, e non solo. Continue reading

Twitter abbandona il limite dei 140 caratteri (o quasi)

Twitter ha “abbattuto” un suo storico limite, che pure ne aveva costituito buona parte delle fortune: la società annunciato che abolirà parzialmente il limite di 140 caratteri, chiarendo alcune regole che avevano creato un pò di confusione tra gli utenti. L’obiettivo, spiega l’azienda, è quello di permettere ai propri “cinguettatori” di poter avere più spazio per parlare e discutere. Ma cosa cambia, nel dettaglio? Continue reading

Vino italiano, tanto export per… poco

Il vino italiano è ultra-gettonato al di fuori dei confini nazionali. Tuttavia, può fornire una marginalità non comparabile a quanto avviene, ad esempio, in Francia. E così, se il 2015 è stato un anno record per le esportazioni italiane, continua ad allargarsi il divario tra il fatturato tricolore e quello dei vicini francesi: – 54%.

Di contro, per quanto riguarda il lato dei volumi il rapporto di forza si ribalta, visto che l’Italia esporta 20 milioni di ettolitri, il 41% in più dei francesi. La differenza, naturalmente, sta nel diverso prezzo medio all’export: 5,84 euro per litro dei francesi contro i 2,67 euro per litro dei vini made in Italy, con valori che diventano pari a 16,87 euro contro 3,52 euro nel caso degli spumanti. Continue reading

Guida autonoma, anche GM entra nel settore

Anche General Motors entra nel business delle auto a guida autonoma. Il colosso statunitense ha infatti acquistato una start-up di una quarantina di persone, la Cruise Automation, specializzata nelle tecnologie per la guida autonoma. Un chiaro segnale di come la società USA desideri procedere a passo più spedito in tale comparto, sul quale sempre più società stanno approfondendo gli sforzi.

In particolare, fondata nel 2013 a San Francisco, Cruise Automation ha come obiettivo quello di dotare le auto di sensori e software capaci di conferirle una certa autonomia nella guida. Un equipaggiamento che costa circa 10 mila dollari (8.800 euro, al cambio attuale): non proprio poco, tanto che è proprio il prezzo ad averne limitato la diffusione. Continue reading